Artist: 
Search: 
Reddit

Alessandro Mannarino - Il Pagliaccio lyrics

Giocoleria numero 1, mo ce stò e mo nun sò nessuno.
Giocoleria numero 20, me sò rimasti quattro denti.
E' grave: sò 'n pagliaccio, lavoro col sorriso, ma è meglio 'na mezza risata vera che 'na dentiera tutta intera...certi colleghi!
Il mio è un lavoro a perde, a fasse male: se uno casca per la strada, certe scene...'portate i sali, portate i tabacchi, portate i cerotti'; se casco io...niente cerotti, niente lutti, me battono le mani, ridono tutti, belli...e quel signore col cappio al collo che dice in giro che è una cravatta. E quella signorina biondina, carina col macigno sulla schiena che dice in giro che è uno zainetto...signorina c'hai quarant'anni, lo sanno tutti che le scuole l'hai finite da un pezzo: cambia scusa, scusa...cambia scusa. Scusa!
Nun ce posso fa niente, come qualcosa va storta o va perduta, mi esce fuori una battuta.
So 'n pagliaccio, faccio quello che faccio, nun me 'mpiccio nell'impaccio...me sò 'mpacciato. Se me spaccio è p' er carpaccio.
So 'n pagliaccio da quando raccolsi un nudo bruco, un verme della nuda terra e lo diedi alla nuda contorsionista che lo ha preso, l'ha 'nfioccato, l'ha contorsionato ed il nudo bruco è diventato...un farfallone.
Lo porto sempre al collo il farfallone, oggetto tessile della mia sicurezza, sintomatico orpello del pagliaccio sicuro...metti caso, sò sicuro. Metti caso fanno un'attacco chimico, battereologico, aerografo...metti caso...c'ho la palla sopra al naso. Metti caso una mia amica tanto buona, tanto cara, tanto amica parta per l'ultimo viaggio e mi venga a dare l'ultimo addio tutta commossa...gliè do la mano con la scossa: 'nun piagne, che fa corto circuito, ridi, ridi...devi ride'.
Passa un leone e c'ho lo scarpone.
Passa un uccello e c'ho il cappello: 'falla c'ho il cappello'.
E quella volta che la nuda contorsionista se n'è andata, nuda, a giocare con la proboscide del domatore di elefanti...me sò passato 'n po' de trucco e ho tirato avanti.
'Solo sorrisi, tutto lo spettacolo non una lacrima, non un dolore...al massimo qualche spruzzatina d'acqua dal fiore di plastica che c'avevo sopra al cuore'.
Sò insensibile?! No no no.
Sò razionale?! No no.
Sò amorale?! No.
Signori miei, io nun posso piagne per questioni di sicurezza nazionale.
Che se me metto a piagne io...
Se io me metto a piagne...
Se io me metto a piagne io...
S'allagherebbe tutta Roma, te porterei in gondola a piazza Navona...
S'allegherebbe pure er deserto e la Sfinge nuoterebbe in mare aperto...
S'allagherebbe l'universo, er firmamento brillerebbe da sommerso...
S'allagherebbe er paradiso cor pianto mio...
E sò 'n pagliaccio, mica Dio.